Pagina FacebookFacebook GruppoCanale YouTubeTwitter

Italian Albanian Arabic Belarusian Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Finnish French Georgian German Greek Hungarian Icelandic Indonesian Irish Korean Lithuanian Macedonian Maltese Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swedish Thai Turkish
Newsletter

Diventa nostro Partner

Written on 28 Giugno 2017, 00.25 by Administrator
yamaha-2017  I modelli delle famiglie Hyper Naked e Sport Touring di Casa Iwata, accompagnati dall’Adventure XT1200ZE Super Ténéré, si preparano a domare...
Written on 26 Giugno 2017, 09.49 by Administrator
hondaAnche quest'anno avrete la possibilità di testare tutti i nuovi modelli di casa Honda. Ecco una serie di video con i differenti modelli che troverete all...
Written on 24 Giugno 2017, 11.01 by Administrator
suzuki Realizzare prodotti dal valore aggiunto. Nei 108 anni di storia Suzuki ha sempre cercato di fornire prodotti unici, identificabili per qualità...
Written on 23 Giugno 2017, 11.18 by MCStelvio
oj-pronta-a-fare-festa-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerOJ è sempre al fianco dei motociclisti, anche quando scendono dalla moto per vivere insieme momenti di festa: è confermata infatti anche per quest'anno la...
Written on 18 Giugno 2017, 08.37 by MCStelvio
carlos-checa-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerNella giornata di sabato 1 luglio al 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler sarà presente anche il pilota Carlos Checa.Pilota spagnolo classe 1972...
Written on 12 Giugno 2017, 20.41 by MCStelvio
chris-pfeiffer-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerChris Pfeiffer un mito per tutti gli stuntman sarà al 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler come giudice dello Stelvio Stunt Competition Match.Non...
Written on 12 Giugno 2017, 18.08 by MCStelvio
sabato-1-luglio-2017-corso-hobby-e-sport-fmi-sondaloSabato 1 luglio 2017 nell’area del 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler, presso via verdi 2 a Sondalo, il Comitato Regionale  Lombardia FMI – in...
Written on 09 Giugno 2017, 00.00 by MCStelvio
il-29-giugno-2017-ci-vediamo-allo-stelvioIl 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler, avrà inizio giovedì 29 giugno 2017 al passo dello Stelvio come nelle ultime edizione e poi continuerà...
Written on 07 Giugno 2017, 11.53 by MCStelvio
1-stelvio-stunt-competition-matchIl moto club Stelvio International e il Team Bizzarro quest'anno organizzano il 1° Stelvio Stunt Competition Match.Stuntman italiani e stranieri si...

Edizione 2001

26° STELVIO INTERNATIONAL

29 -30 GIUGNO/ 1° LUGLIO 2001

01 Luglio 2001
Non è stato un anno da record: 8.152 gli iscritti ufficiali, un numero ben al di sotto del record dell'anno 2000 (9.132), ma la soddisfazione degli organizzatori è comunque grande. La sicurezza era l'obiettivo principale e su questo argomento il Moto Club Stelvio International aveva concentrato le maggiori attenzioni, a partire dallo slogan stampato su programmi e magliette: "Sulle strade in libertà … per la vita". E i centauri hanno l'orecchio fino: riconoscono marca e modello di una moto dal ronzio del motore, ma riconoscono anche i messaggi diretti; e la richiesta del Moto Club sondalino era esplicita: soltanto un comportamento corretto da parte di tutti i motociclisti poteva ripagare i tanti sacrifici degli organizzatori e mantenere così, viva, la passione per le due ruote e per il motoraduno dello Stelvio. Il "villaggio" turistico - come l'ha chiamato un giornalista - è cresciuto in poche ore sulle rive dell'Adda: una tendopoli coloratissima, che ha fatto da cornice alla struttura coperta che ha ospitato spettacoli, premiazioni e ristorazione di questa tre giorni valtellinese. Al piazzale scolastico di Sondalo invece, lo spettacolo di trial acrobatico del trio funambolico Canobbio-Favarin-Re delle Grandine. Ma diversi sono stati i momenti significativi proposti in questa edizione. Le...strade scelte dagli organizzatori per ripagare il proprio impegno hanno toccato diverse...località apparentemente lontane dai centauri. Già dal venerdì il tendone ha ospitato gli anziani della Casa di Riposo "Bellavista" di Sondalo: ospiti graditi e felicissimi per un programma così insolito per loro. Apertura della serata con lo spettacolo dei SINAFRICA, un gruppo di artisti del centro Africa (Senegal, Camerun e Costa d'Avorio), con musica, balli e canti ispirati al ricco patrimonio culturale negro-africano. A seguire reggae a piacere con RADICI NEL CEMENTO. Al primo piano del centro polifunzionale invece, una mostra fotografica dedicata all'Africa creava un momento di riflessione e solidarietà. Sabato giornata clou: l'affluenza continua e, comunque, regolare, ha riservato ai momenti dello spettacolo la parte più euforica della giornata, consentendo alle migliaia di centauri di pensare con calma alle proprie tende e alla sistemazione alberghiera. Purtroppo verso sera un acquazzone ha costretto tutti sotto il tendone, e così, mentre le cucine sfornavano quintali di Pizzoccheri e polenta, faceva il suo ingresso un pulmino con alcuni disabili invitati alla grande festa. Il pulmino è il frutto dello spirito e delle capacità organizzative di questi ragazzi; negli ultimi anni, infatti, i bilanci positivi hanno consentito la donazione agli anziani e ai disabili del Comune di Sondalo di questo pulmino attrezzato. Il Dott. Occhi Eugenio, primario del reparto di fisiatria dell'Ospedale Morelli di Sondalo, con molto coraggio ha accettato l'invito degli organizzatori e si è presentato sotto il tendone per pranzare in super-compagnia. C'è stato così il tempo di portare i saluti di alcune persone meno fortunate e lanciare un chiaro messaggio sulla sicurezza. "Cercate di godere la vita con intelligenza e di sentire il vento nei capelli" dice Manuela; "anch'io a 14 anni sognavo di correre in motocicletta, ma un incidente mi ha strappato questo sogno". La moto, quindi, vuol dire libertà, ma anche solidarietà. L'allestimento in grande stile di moto d'epoca e da competizione della MOTO GUZZI ha fatto da eccellente cornice alla manifestazione. Ma il momento culminante del motoraduno è senz'altro la PARATA DELLE LUCI. Alle 22,00 in punto è partito lo spettacolare serpentone di luci che si snoda sulle strade panoramiche di Sondalo. Comportamento corretto dei numerosissimi centauri che hanno meritato il plauso delle Forze dell'Ordine. E poi rock a volontà con i RITMI URBANI, un successo confermato per il gruppo già presente lo scorso anno, che si è spremuto, coinvolto da tanto entusiasmo, cui ha dato un po' di respiro MAURO MICLINI, D.J. di Radio DJ. Il maxi tendone ha tremato sotto le urla di una festa incredibile, per un raduno che, aldilà del numero di iscrizioni ufficiali, ha sicuramente fatto registrare presenze ben al di sopra di quota 10.000 partecipanti. La domenica si è riaperta alle 8,00 con nuovi afflussi e nuove iscrizioni, per chiudere poi alle 15,00 con le premiazioni ufficiali, a cura della Federazione Motociclistica Italiana. Classifica Regionale: primo il M.C. Settimo Milanese con 170 km e 133 punti; secondo il M. C. Severo con 165 km e 118 punti; terzo il M.C. Lambretta (Pavia). Classifica Extra Regionali: M.C. Città di Riccione con punti 117.450; secondo il M.C. Olivari di Rapallo, punti 37.842; terzo M.C. R. Pasolini di Forlì con punti 32.984. Classifica Isolati: Campa Giuseppe, di Casoli (CH) con km 819; secondo D'Onofrio Mario, Atessa (CH), km 794; terzo Mengari Armando di Albano (Roma); km 780. Conduttore più giovane: Rosario Canizzano, nato il 9 gennaio 1987. Conduttore più anziano: Giorgio Giovegnani, nato il 3 settembre 1922. Passeggero più giovane: Arianna Valori, nata il 6 gennaio 1995. Gruppo con più donne: M.C. Severo con 10 donne. Moto più vecchia: Guzzi Airone, del 1951, del Signor Galli Arnaldo. Classifica Internazionale FMN: F.M.B. Belgio con 15.500 punti Classifica Internazionale per Clubs: Motor Touring Club - KMNV con punti 10.800 Classifica individuale stranieri: MCH Orvens con punti 1.122. Un premio speciale a David Schembri: partito da Birzebbuga (Malta), sbarcato a Pozzallo (Capopassero), ha raggiunto Sondalo dopo 1.455 km. Davvero complimenti ! Si chiude così anche la ventiseiesima edizione dello Stelvio International: un'edizione in cui il Moto Club organizzatore ha prodotto un notevole sforzo di sensibilizzazione nei confronti dei motociclisti, chiedendo aiuto anche a persone competenti e sicuramente capaci di toccare nel modo più efficace la sensibilità di ognuno di noi per evitare, ahimè, le disgrazie troppo frequenti anche sulle nostre strade. Gli stessi giornali e riviste specializzate hanno puntualizzato il discorso sulla sicurezza, mettendo in risalto il carattere turistico, festoso e di grande amicizia che caratterizza questi incontri fra centauri. "Godere la vita con intelligenza e sentire il vento nei capelli" - diceva Manuela sabato sera: dobbiamo continuare a sognare per rivivere insieme, ogni anno, le emozioni di questo grande raduno. Il Presidente Sala Veni Giulio

22 giugno 2001
SONDALO - (A.T.) Manca meno di una settimana dal Motoraduno Internazionale dello Stelvio: a Sondalo ed in tutta l'alta Valtellina ci si sta preparando all'assalto dei centauri che, dal 29 giugno al 1° luglio, arriveranno da ogni strada per partecipare alla 26^ edizione della più importante rassegna motoristica valtellinese. Tre giorni pieni di intrattenimenti, feste ed iniziative attendono i partecipanti al raduno nato nel 1974 per iniziativa di un gruppo di appassionati della moto capitanato da Aldo Lenini "il più appassionato di tutti". Nel tempo la manifestazione ha vissuto qualche alto e basso, sfiorando le 15.000 presenze negli anni '80 prima di segnare il passo. La passione a Sondalo ha saputo superare anche le difficoltà ed a far rinascere la manifestazione che ha preso il nome di Stelvio International così come il moto club che lo propone e che si prepara ad una nuova entusiasmante avventura. Venerdì 29 giugno aprono le iscrizioni al 26° Motoraduno dello Stelvio; commissari e giudici di gara saranno pronti sin dal mattino per iniziare le diverse operazioni ed accanto a loro gli organizzatori che già venerdì proporranno la prima delle escursioni nel Parco Nazionale dello Stelvio. La fortuna del motiraduno di Sondalo è anche quella di avere una cornice intorno di interessanti opportunità vacanziere ed il Moto Club si queste ha fatto leva per rilanciare il raduno che lo scorso anno è salito sino a quota 9.000 iscrizioni. A proposito di quota, punto d'arrivo immancabile per tutti i centauri che partecipano al motoraduno 2001 sarà il Passo dello Stelvio dove nei tre giorni della manifestazione si potrà ritirare la medaglia celebrativa. Tornando al programma venerdì sera è un programma la festa popolare con muisca dal vivo e ad arricchire anche culturalmente la kermesse motociclistica ci sarà il gruppo artistico dei Sinafrica che si ispira ai canti ed alle tradizioni del continente nero. E poi reggae, ska e jamaican roots con il gruppo "radici nel cemento". Sabato la festa continua con un paio di appuntamenti speciali: il festival del trial acrobatico nel pomeriggio e la fantastica parata delle luci in notturna per le vie di Sondalo. La notte andrà avanti con i suoi dei "Ritmi urbani" e del dj Mauro Miclini. Domenica gran finale con le premiazioni alle 14.30.

25 maggio 2001
SONDALO - (A.T.) Un Motoraduno sulla scia delle ultime edizioni che hanno segnato il definitivo rilancio della manifestazione; ma anche un Motoraduno carico di novità, di vivacità organizzativa, di rinnovate occasioni di incontro. Il Moto Club Stelvio International ha lanciato ufficialmente la 26° edizione di uno degli eventi più caratteristici dell'Alta Valtellina. Con il Premio di Pittura Contea di Bormio (che si organizza nello stesso periodo) il Motoraduno dello Stelvio rappresenta l'appuntamento più classico. E' nato nel 1974: Aldo Lenini ha giudato un gruppo di appassionati della moto nei primi passi di un'avventura che, anche se con una breve parentesi, è diventata tra le più prestigiose e partecipate feste motoristiche internazionali. Secondo gi organizzatori il successo è frutto di una sapiente miscela di ingredienti che vanno dalla collocazione ambientale alla peculiarità di essere il "raduno più alto d'Europa". Ingredienti che la natura offre senza fatica, ma che hanno bisogno di una buona cucina per essere valorizzati: quella che i ragazzi del Moto Club da anni sono riusciti ad alestire. L'appuntamento è confermato alla prima domenica di luglio; quest'anno il week end del motoraduno cade a cavallo fra giugno e luglio, con qualche giorno di anticipo rispetto alla tradizione. L'apparato organizzatore è già in moto per la messa a punto di tutte le strutture e delle iniziative collaterali che arricchiranno questa 26^ edizione. Tra le varie iniziative da segnalare la presenza di Moto Guzzi con uno stand di moto d'epoca, uno spazio speciale dedicato all'Africa con i suoi prodotti e la sua cultura, soprattutto la sua musica. Ed ancora il trial acrobatico che farà da atrazione nei giorni della festa alla quale non mancherà la sugestiva "parata delle luci". L'edizione 2001 del Motoraduno dello Stelvio sarà contrassegnata da una campagna di sensibilizzazione il cui slogan recita: "sulle strade in libertà... per la vita". Al riguardo il presidente del Moto Club Giulio Sala Venini annuncia "un incontro molto significativo" durante la manifestazione che farà riflettere ed andrà diritto al cuore.

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information