Pagina FacebookFacebook GruppoCanale YouTubeTwitter

Italian Albanian Arabic Belarusian Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Finnish French Georgian German Greek Hungarian Icelandic Indonesian Irish Korean Lithuanian Macedonian Maltese Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swedish Thai Turkish
Newsletter

Diventa nostro Partner

Written on 28 Giugno 2017, 00.25 by Administrator
yamaha-2017  I modelli delle famiglie Hyper Naked e Sport Touring di Casa Iwata, accompagnati dall’Adventure XT1200ZE Super Ténéré, si preparano a domare...
Written on 26 Giugno 2017, 09.49 by Administrator
hondaAnche quest'anno avrete la possibilità di testare tutti i nuovi modelli di casa Honda. Ecco una serie di video con i differenti modelli che troverete all...
Written on 24 Giugno 2017, 11.01 by Administrator
suzuki Realizzare prodotti dal valore aggiunto. Nei 108 anni di storia Suzuki ha sempre cercato di fornire prodotti unici, identificabili per qualità...
Written on 23 Giugno 2017, 11.18 by MCStelvio
oj-pronta-a-fare-festa-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerOJ è sempre al fianco dei motociclisti, anche quando scendono dalla moto per vivere insieme momenti di festa: è confermata infatti anche per quest'anno la...
Written on 18 Giugno 2017, 08.37 by MCStelvio
carlos-checa-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerNella giornata di sabato 1 luglio al 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler sarà presente anche il pilota Carlos Checa.Pilota spagnolo classe 1972...
Written on 12 Giugno 2017, 20.41 by MCStelvio
chris-pfeiffer-al-41-motoraduno-stelvio-international-metzelerChris Pfeiffer un mito per tutti gli stuntman sarà al 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler come giudice dello Stelvio Stunt Competition Match.Non...
Written on 12 Giugno 2017, 18.08 by MCStelvio
sabato-1-luglio-2017-corso-hobby-e-sport-fmi-sondaloSabato 1 luglio 2017 nell’area del 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler, presso via verdi 2 a Sondalo, il Comitato Regionale  Lombardia FMI – in...
Written on 09 Giugno 2017, 00.00 by MCStelvio
il-29-giugno-2017-ci-vediamo-allo-stelvioIl 41° Motoraduno Stelvio International Metzeler, avrà inizio giovedì 29 giugno 2017 al passo dello Stelvio come nelle ultime edizione e poi continuerà...
Written on 07 Giugno 2017, 11.53 by MCStelvio
1-stelvio-stunt-competition-matchIl moto club Stelvio International e il Team Bizzarro quest'anno organizzano il 1° Stelvio Stunt Competition Match.Stuntman italiani e stranieri si...

Edizione 2005

30° STELVIO INTERNATIONAL
1, 2, 3 LUGLIO 2005

04 luglio 2005
di Armando Trabucchi
SONDALO/PASSO STELVIO - Mai visto un Motoraduno come questo: il trentesimo della serie resterà ben impresso nella memoria non solo dei partecipanti - che hanno esauruto prima del tempo le tessere di iscrizione preparate dal Moto Club di Sondalo - ma anche di ospiti e valligiani che hanno vissuto, con il rombo di oltre 10.000 moto, questo primo week end di luglio.
I numeri ufficiali che il Moto Club Stelvio International ha reso noto si fermano a quota 10.500: "abbiamo finito i pass domenica mattina - confessa Candido Rizzi, voce del Moto Club organizzatore - e l'ufficialità ci porta a dire che le iscrizioni sono state 10.500. E' record assoluto per un evento memorabile, ma le presenze sono decisamente superiori". Le stime indicano in oltre 13.000 i mototuristi che sono arrivati in Alta Valtellina, invadendo letteralmente ogni spazio, ogni località, ogni strada ed ogni spiazzo libero tra Sondalo ed il Passo dello Stelvio. "Molto rumore, è vero, ma anche tanta musica e tanta partecipazione anche dall'esterno - aggiunge Rizzi - e soprattutto un motoraduno ancora una volta tranquillo da punto di vista della sicurezza".
Tranquillo nella straordinaria parata delle luci, che ha percorso Sondalo nella serata di sabato; straordinario il lavoro dei volontari del Moto Club e delle forze dell'ordine per garantire la sicurezza; ma straordinario anche il comportamento dei partecipanti al raduno che hanno fatto cantare sino a notte le loro motociclette. A mezzanotte in punto lo spettacolo dei fuochi d'artificio che ha sottolineato il traguardo di un evento inimitabile come il Motoraduno dello Stelvio. "Con questi numeri e con questo impegno la manifestazione ha assunto un rilevo fondamentale per Sondalo - dichiara il vicesindaco Luigi Grassi - grazie a chi promuove ed organizza ogni anno qualcosa di davvero grande".
Al riguardo spiega Candido Rizzi come "la vera forza del motoraduno dello Stelvio sono i volontari che anch'essi, per fortuna, sono cresciuti di numero negli ultimi anni: 250 il numero dei ragazzi presenti, fra cui un folto gruppo del Rugby Sondalo, un'associazione molto attiva nel paese, che ha contribuito in modo determinante alla gestione dell'evento".
Evento nell'evento quello di domenica; la Strada dello Stelvio per quasi tutta la mattinata è stata rioservata alle moto. Quasi, perchè al Passo qualcuno (austriaci ed altoatesini) ha pensato bene, anche contro il parere delle autorità, delle forze dell'ordine e del Prefetto, di organizzare una competizione ciclistica con oltre 1.000 partecipanti. Ci sono stati momenti di difficile convivenza tra mototuristi e cicloturisti, soprattutto nel tratto che va dal valico di Santa Maria al Passo dello Stelvio.
Da venerdì mattina a domenica sera l'alta valle è stata comunque regno indiscusso delle motociclette; un popolo accumunato dall'unica passione per il mototurismo ha lasciato un segno tangibile in questo inizio d'estate. Con il record assoluto in tasca, anche se non era certo il suo obiettivo, il Moto Club Stelvio International tira le somme, traccia un bilancio più che positivo e si prepara ad una nuova edizione.
Per la cronaca ecco i vincitori. Nella calssifica dei Moto Club lombardi primo posto per Germagna davanti a Erba e Carugo. Nella classifica nazionale sul podio sono saliti il Dragone di Calcinelli di Saltara, il Città di Riccione e i Lupi di Sangro da Atessa; tra gli isolati primo Romano Pietro da Gioia del Colle, 1.076 km percorsi, secondo Angelo Graziano da Potenza (1.057) e terzo Giuseppe Di Bello da Potenza (1.047). Nella classifica per federazioni internazionale Belgio, Francia e Svizzera sul podio; nella classifica individuale internazionale ai primi tre posti Alain Trinteler (Belgio), Christian Sprumon (Belgio), Laurent Cher (Francia). E la Guzzi "Breva" 750 è andata a Ilde Osmetti di Grosotto.

02 luglio 2005
di ARMANDO TRABUCCHI
SONDALO/PASSO STELVIO - C'è ancora tutta una giornata da vivere alla grande, ma i numeri sono già record senza aspettare la chiusura delle iscrizioni a mezzogiorno di oggi. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, per il trentesimo Motoraduno Internazionale dello Stelvio s'erano già registrati in più di 8.000: la quota record di poco superiore alle 10.000 presenze ufficiali è molto vicina. "Stiamo lavorando al massimo con tutti i volontari - ci racconta Candido Rizzi, uno dei responsabili del Moto Club Stelvio International - per cercare di accogliere tutti quelli che hanno voluto esserci per l'edizione dei trent'anni. Il record prossimo ad essere battuto? Fa sempre piacere migliorare, ma soprattutto fa piacere che tanta gente continui a venirci a trovare". E che il numero degli arrivi sia decisamente elevato lo dimostra il proliferare di tende tutto intorno a Sondalo oltre alla presenza di moto un po' ovunque.
Il rombo dei motori è la colonna sonora di questo primo fine settimana di luglio. Colonna sonora anche di uno spettacolo che, i bambini in particolare, mostrano di apprezzare particolarmente. Seduti su muretti o panchine di marciapiede, un po' ovunque in alta valle, osservano curiosi e salutano i centauri che passano. Da Sondalo verso lo Stelvio, in arrivo da Livigno o dal Gavia o dallo stesso tetto d'Europa: ne punto di raccolta, il "campo base" di Sondalo, le iscrizioni alle 18.00 si attestavano intorno alle 7.000; circa 1.500 la stima delle adesioni e presenze allo Stelvio dove in molti ieri si sono recati ancor prima di passare da Sondalo.
Ed a Sondalo già venerdì sera è stato gran pienone con centinaia di centauri, mototuristi e appassionati arrivati da tutta la provincia hanno fatto festa con la musica di Ghost the machine, Missi'n Mary Jane e della Combriccola del bosco. Ma se Sondalo è il cuore della festa e lo Stelvio la meta obbligata (per ritirare la medaglia ricordo del raduno motociclistico più alto d'Europa) tutto il comprensorio vive in questi giorni di riflesso sul Motoraduno. Soprattutto in chiave turistica, per la presenza in albergo o altra struttura, ma anche per un coinvolgimento inevitabile di strade, piazze, paesi. Quest'anno, evidentemente, per i trent'anni del raduno, hanno voluto esserci in tanti.

01 luglio 2005
ALTA VALTELLINA - (A.T.) La macchia dell'estate si è messa in moto in tutto il comprensorio e questo primo fine settimana di luglio si presenta già molto ricco di proposte ed appuntamenti. Non è più come qualche anno fa, quando era il vero e proprio battesimo della bella stagione, ma il motoraduno resta pur sempre il grande evento di inizio stagione. Ieri la prima giornta di una kermesse che si concluderà soltanto domenica pomeriggio; l'avanguardia del popolo del mototurismo ieri ha superato quota mille, il grande afflusso è atteso per la giornata di oggi e la mattinata di domani. Ieri pomerigio, intanto, il questore Antonio De Santis ha compiuto un sopralluogo a Sondalo e nelle aree nevralgiche della manifestazione: "l'appello alla prudenza non è mai ripetuto abbastanza - ci dice Candido Rizzi, del Moto Club Stelvio Internationali - perchè vogliamo che questo appuntamento continui ad essere soltanto una grande festa". La festa del trentennale avrà nella giornata di oggi il suo culmine: questa sera alle 22.00 la spettacolare parata delle luci per le vie di Sondalo, poi i concerti degli Azteca Soul e dei Bandaliga aspettando lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte. Domenica dopo le 15.00 la proclamazione dei vincitori.
Il Motoraduno non è l'unico appuntamento del fine settimana. Dopo la fatica del "giro dal Crosaàl" di ieri sera, altra sfida attende i podisti di Livigno e alta Valle con la classica "da cè e da lè de l'akua granda", competizione podistica organizzata domani (domenica 3 luglio) dal Marathon Club che si sta preparando la sua grande Stralivigno. Sempre domenica, ma nel pomeriggio, altra classica kermesse sportiva a Bormio per ricordare Paola Compagnoni. L'appuntamento è nlla zona della Funivia, con una doppia frazione di mountain bike e di corsa podistica.
A completare il cartellone del week end segnaliamo due proposte in Valdidentro. Nella mattinata la gioventù di Isolaccia invita tutti per una festa in montagna a Presedont; R-Estate con la gioventù inizia alle 11.00. Ed in serata, alla tensostruttura del Quadrifoglio, secondo allestimento della rassegna teatrale 2005 curato dalla compagnia teatrale di Livigno dei Carcent. Lo spettacolo alle 21.00.

27 giugno 2005
ALTA VALTELLINA - (A.T.) Nel 1974 furono 1.029 gli iscritti alla prima edizione di quello che allora si chiamava Motoraduno dello Stelvio. A distanza di trent'anni lo "Stelvio International" ha superato quota 10.000 iscrizioni diventando di gran lunga la più partecipata manifestazione dell'estate valtellinese. E questa sarà l'edizione del trentennale con una serie di soprese che il Moto Club Stelvio Internazional ha preparato per sottolienare la festa dei primo week end di luglio.
La storia recente del turismo valtellinese è caratterizzata da questo evento; un raduno diverso da tutti, e non solo nei numeri che ne fanno uno dei più prestigiosi a livello europeo. Lo Stelvio rappresenta per tutti i mototuristi una meta irrinunciabile che forse lo stesso raduno ha contribuito a far conoscere. Aldo Lenini, oggi presidente onorario del Moto Club Stelvio International, tra i fondatori del Motoratuno, ricorda come i primi anni tutta la mnifestazione si svolgesse proprio allo Stelvio; e già allora in due giorni, con un positivo risvolto in chiave turistica.
Lo Stelvio allora aveva capacità di attrazione straordinaria, ma non c'era internet a promuovere la rassegna: ci pensava quel gruppo di appassionati a portare in giro nei vari raduni l'annuncio dello Stelvio, ovvero del Motoraduno più alto d'Europa. Stelvio e poi Sondalo, che divenne ben presto il campo base, punto di icontro e di festa, da dove partire per la missione d'alta quota. Con l'aumentare delle presenze (più di 5.000 mel 1982 e più di 7.000 nel 1986) divenne inevitabile il coinvolgimento di tutto il comprensorio e delle sue strutture ricettive. Dopo l'interruzione negli anni '89 e '90, lo Stelvio international è ripartito e in 13 anniè passato da 860 a 10.081 iscritti. Quale sarà il record del trentennale? Gli organizzatori si aspettano il pienone, naturalmente, a partire già da venerdì 1° luglio. Gli stand gastronomici e la segreteria finzioneranno dalle 10.00 alle 22.00 lasciando spazio agli spettacoli musicali (tre quelli di venerdì). Sabato la festa con la parata delle luci, ma soprattutto con lo spettacolo dei fuochi d'artificio che illumineranno la notte sondalina. Domenica il gran finale con le premiazioni; e tutti i giorni appuntamento allo Stelvio per ritirare la medaglia celebrativa ufficiale.

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information